Nelle pagine ingiallite, saggezza invecchiata; nei libri usati, tesori dimenticati.
CONFESSIONI DI UN PUBBLICITARIO David Ogilvy

Confessioni di un pubblicitario

22.00

Il testo esplora la complessa ragione del mito di David Ogilvy, evidenziando il suo decisivo contributo alla teoria moderna della pubblicità. Ogilvy si distinse per aver dato priorità ai contenuti e alla teoria della comunicazione rispetto al business puro. Il libro "Confessioni" rimane attuale, riflettendo sui problemi della comunicazione che persistono oggi, spesso caratterizzati da un'eccessiva enfasi sulla forma a scapito della sostanza. Sottolinea l'importanza di ristudiare le lezioni di Ogilvy per creare messaggi di valore e costruire una forte identità di marca.

Esaurito

Descrizione
Informazioni addizionali
Due parole sull'autore

Descrizione

Le ragioni del mito di Ogilvy sono complesse, e questo libro spiega con argomenti solidi e avvincenti perché David Ogilvy ha dato un contributo decisivo alla costruzione della moderna teoria della pubblicità. È certo che Ogilvy ha fatto la fortuna pubblicitaria e di mercato dei suoi clienti con campagne in auge da più di trent'anni. Ma ciò che gli ha dato notorietà di maître à penser è stata la sua scelta di anteporre i contenuti e la teoria della comunicazione al business fine a se stesso. "Confessioni" è un testo, come tutti i "classici", di grande attualità. Gli stessi problemi della comunicazione cui Ogilvy ha dato risposta si ripropongono oggi a un livello più alto. Basta guardarsi intorno: c'è un grande spreco di ricerca formale, di orpelli, di originalità che finisce per trasformarsi in standardizzazione. Poca sostanza, però, poco pensiero. È venuto il momento di dare a ogni messaggio un autentico valore, di costruire una personalità di marca con un'identità precisa, mantenendola nel tempo. I principi non sono cambiati: basta ristudiare le lezioni di Ogilvy.

CONFESSIONI DI UN PUBBLICITARIO
David Ogilvy
Lupetti

 

Informazioni aggiuntive

Anno ediz

2009

Autore

Editore

Legatura

Copertina flessibile

Pagine

186

David Ogilvy è un personaggio mitico della comunicazione. Scozzese, con il padre appassionato lettore di classici e agnostico; la madre irlandese ricordata come bellissima donna, che utilizzò la pratica pedagogica bizzarra di diseredare David per evitare che troppi soldi ne rovinassero il carattere. Mentre i suoi compagni di college si avviavano alla carriera di professionisti, politici e quant'altro, secondo i costumi di ceto, David Ogilvy fa il venditore di elettrodomestici a Londra, cuoco a Parigi, ricercatore all'istituto Gallup, approda a New York e alla creatività quando ha già superato i trent'anni. Il suo successo è rapido e folgorante come una meteora. Madison Avenue, da sempre luogo consacrato dell'advertising, è colta di sorpresa dal fenomeno Ogilvy: in una quindicina di anni costruisce un impero di agenzie "Ogilvy & Mather" nel mondo. Le ragioni del mito di Ogilvy sono complesse. E questo libro spiega con argomenti solidi e avvincenti perché David Ogilvy ha dato un contributo decisivo alla costruzione della moderna teoria della pubblicità. Quel che è certo è che Ogilvy ha fatto la fortuna pubblicitaria e di mercato dei suoi clienti, con campagne in auge da più di trent'anni. Ma ciò che gli ha dato notorietà di maître à penser è stata la sua scelta di anteporre i contenuti e la teoria della comunicazione al business fine a se stesso. Confessioni è un testo, come tutti i "classici", di grande attualità. Gli stessi problemi della comunicazione cui Ogilvy ha dato risposta si ripropongono oggi a un livello più alto. Basta guardarsi intorno: c'è un grande spreco di ricerca formale, di orpelli, di originalità che finisce per trasformarsi in standardizzazione. Poca sostanza, però, poco pensiero. È venuto il momento di dare a ogni messaggio
Spedizione: 3 giorni lavorativi
Pagamento: Bonifico bancario
Reso: Nessun Reso Accettato
Libri Usati in Vendita
magicnet.it
magnifiercrossmenuchevron-down
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.